nav-left cat-right
cat-right

Il grano, energizzante ricco di ferro e sali minerali, rivitalizzante per reni e cuore

Il in realtà non è una graminacea, appartiene infatti alla famiglia delle Poligonacee. A dispetto del nome, questo alimento non ha nulla a che vedere con il grano. Ha piccoli chicchi inconfondibili per la loro forma piramidale a tre angoli di colore nero, che emanano un tipico profumo particolarmente deciso. Per essere consumato in chicchi deve essere decorticato, con tale lavorazione i chicchi vengono privati della cuticola protettiva e assumono una colorazione nocciola.

CENNI STORICI
Il è una pianta spontanea originaria della Siberia e della Manciuria. La coltura si è propagata alla Cina nel decimo secolo e nel Medioevo è stata introdotta in Occidente, dove era sconosciuta. Sarebbero stati i Turchi ad introdurre la pianta in Grecia e nella penisola balcanica; da ciò il nome di , cioè grano dei turchi o saraceni.
In Italia la coltivazione è diffusa nelle zone montane della Valtellina e del Sud Tirolo, dove viene impiegato nella preparazione di piatti invernali, come pizzoccheri, gnocchetti e polenta taragna.

PROPRIETA’ NUTRIZIONALI
Il è un alimento molto equilibrato, ricco in ferro, vitamine B, E e P e Rutina che costituisce un rinforzo per i capillari, nonché un elevato contenuto di sali minerali (calcio, fosforo, magnesio, rame) e amminoacidi scarsi nei cereali (lisina e triptofano), quindi più equilibrato sotto il profilo proteico. E’ particolarmente adatto alle stagioni fredde data la sua capacità riscaldante, può però essere usato anche in estate per preparare gustose insalate.
Il annovera tra le sue proprietà la capacità di fornire energia e vigore fisico, cosa che lo rende particolarmente adatto nella convalescenza, nella gestazione, per gli anziani; aiuta ad eliminare dall’organismo i liquidi in eccesso ed ha una notevole azione rivitalizzante su reni e cuore.

VALORI NUTRIZIONALI MEDI PER 100 GRAMMI
Calorie: 339,4 kcal - Energia: 1420 kJ - Proteine: 10,8 g - Carboidrati: 68,2 g - Grassi: 2,6 g.
I valori nutrizionali sono da considerarsi medi in quanto possono subire oscillazioni imputabili a numerosi fattori (le condizioni e le tecniche di coltivazione, la provenienza del prodotto, la metodologia di conservazione del prodotto ecc.)

PREPARAZIONE E COTTURA
In cucina il decorticato è utilizzato soprattutto come ingrediente di minestre e sformati. Ideale per insalate fredde. Cotto ha una consistenza croccante e un cuore interno morbido.
Non necessita di ammollo preventivo
Tempo di cottura: tradizionale: 30 min.
I tempi di cottura sono indicativi in quanto possono variare a seconda della varietà e provenienza del prodotto e del tipo di preparazione che si vuole ottenere.

RICETTA BASE CONSIGLIATA
Lavate accuratamente i chicchi di in acqua fredda. Affinché i chicchi rimangano ben separati uno dall’altro, siano più digeribili e acquistino forza è bene tostarli prima della cottura in acqua.
Lessateli in abbondante acqua salata in ebollizione, abbassate la fiamma avendo cura di non interrompere il bollore, fino a termine cottura. Conditeli nel modo scelto sia per preparazioni a caldo che a freddo.

CONSERVAZIONE
Si consiglia di conservare il in luogo fresco ed asciutto al fine di preservarne al meglio le proprietà specifiche. Una volta aperta la confezione è consigliabile conservarlo in barattoli per alimenti, a chiusura ermetica al riparo dalla luce e da fonti di calore. Nel periodo estivo è preferibile conservarlo in frigorifero.

Confezione di grano saraceno
Cuscino riscaldabile con grano saraceno
Cuscino terapeutico con grano saraceno
Cuscino neckroll con grano saraceno

Tags: , , , , , , , , ,

Da leggere:

Nessun commento

Non c’è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Al momento l’inserimento di commenti non è consentito.