nav-left cat-right
cat-right

Novità: Tisana, Infuso e Decotto di Agnocasto, Angelica, Partenio - Tanaceto

AGNOCASTO: Decotto - Infuso - Tisana
CICATRIZZANTE, ANTISPASMODICO, DIGESTIVO, TONICO GENERALE, SEDATIVO SISTEMA NERVOSO CENTRALE. INDICAZIONI PRINCIPALI: MASTITE, SINDROME PREMESTRUALE, ALLATTAMENTO (GALATTOFORO), DOLORI MESTRUALI, DISPEPSIA O CATTIVA DIGESTIONE, SPASMI DI VARIA NATURA, ACNE (DEPURATIVO), PIAGHE FERITE ABRASIONI E SCREPOLATURE (USO TOPICO), MENOPAUSA E CLIMATERIO (TURBE E DISTURBI VARI), NEVROSI (DISTURBI), ASTENIA O ESAURIMENTO E STRESS.

ANGELICA: Decotto - Infuso - Tisana
L’Angelica officinalis (arcangelica) è una pianta utilizzata in omeopatia per via delle proprietà amaro-aromatico, utile nelle dispepsie dovute in particolare a diminuzione della secrezione di succo gastrico. È un tonico cordiale in grado di risvegliare l’appetito e facilitare i processi digestivi. Viene, infatti, impiegato come stimolante dell’appetito nei disappetenti.
Attività principali: antispasmodica; carminativa, antidispeptica; tonica
Impiego terapeutico: dispepsia, anoressia; turbe psicosomatiche; dismenorrea
Presenta anche attività spasmolitica il che ne giustifica, probabilmente, l’utilizzo nell’insonnia nervosa, nella dismenorrea, nella gastralgia, nei dolori cronici dello stomaco, dell’intestino e delle vie biliari ecc. Si tratterebbe, pertanto, di un buon antispasmodico che interviene favorevolmente ogni qual volta il fattore nervoso risulta essere alla base del disturbo funzionale.
L’angelicina (furanocumarina) si è dimostrata anticonvulsivante, miorilassante e sedativa (esperimenti su cavia) mentre l’arcangelicina e i suoi derivati manifestano azione coronarodilatatrice. Viene anche segnalato l’impiego della pianta nel trattamento palliativo dell’ipofollicolinismo, per la supposta presenza di principi estrogenici. Radici e frutti possono essere impiegati, per le proprietà carminative, nelle affezioni gastrointestinali sotto forma di polvere (4-10 g) o infuso al 5%: più efficaci ancora gli steli freschi, particolarmente aromatici. L’uso esterno, sotto forma di bagni o linimenti, nel trattamento dei dolori reumatici, ripreso dalla medicina popolare, sarebbe giustificato dalla presenza di polienine, dotate di proprietà analgesiche.

PARTENIO - TANACETO: Decotto - Infuso - Tisana
Favorisce le mestruazioni, aiuta nelle mestruazioni irregolari,nelle cefalee, emicranie, ha proprietà antidolorifiche, agisce sul dolore ma non ne rimuove le cause, abbassa la pressione, antispastico dell’apparato digerente,vermifugo. Utile per la dismenorrea e contro l’emicrania. Negli studi condotti sull’emicrania sono state evidenziate anche proprietà ipotensive, antispasmodiche a livello del tratto digestivo, sempre per l’azione sulla muscolatura liscia. Si avrebbe anche come conseguenza un blando effetto tranquillante che faciliterebbe il sonno, se la pianta viene assunta la sera. La sua azione antinfiammatoria ha anche un buon effetto lenitivo a livello dei dolori articolari, inclusi quelli derivanti dall’artrite reumatoide.

Tags: , , , , , , , , , , ,

Da leggere:

Nessun commento

Non c’è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Al momento l’inserimento di commenti non è consentito.