nav-left cat-right
cat-right

Amamelide, utile per decongestionare l’apparato genitale femminile

L’ () è una pianta arbustiva o piccolo albero, vagamente simile al comune nocciolo. Le foglie anno picciolo corto, alterne, glabre, di forma più o meno ovoidale con incisioni ben marcate sulla pagina superiore che corrispondono a nervature molto in rilievo nella pagina inferiore. I fiori, piccoli e di colore giallo sono ascellari e riuniti in piccoli gruppi di 2-3. Fiorisce alla fine dell’estate in settembre-ottobre. Il frutto è una capsula legnosa contenente due semi scuri e lucidi. In Europa è coltivata soprattutto come ornamentale in parchi e giardini.

L’ è stata studiata per il suo potenziale produttivo nelle situazioni pedologiche collinari dove è possibile coniugare produzione e riconversione di seminativi difficili e marginali. La migliore collocazione è quella di essenza forestale all’interno di formazioni miste con altre essenze officinali (biancospino, frassino) e non (ciliegio, acero) dove la pianta manifesta il duplice valore di pianta officinale per la produzione di droga e di elemento vegetale atto a riconvertire i seminativi acclivi e soggetti ad erosione consolidandoli e salvaguardandoli. L’omologia tra il clima dei luoghi di origine e quello dei siti di impianto ha determinato risultati promettenti.

PRINCIPI ATTIVI DI RIFERIMENTO
Fenoli (tannini) espressi come acido gallico.

MODALITÀ D’AZIONE DELL’
L’ virginiana presenta attività astringente, antiflogistica, emostatica locale e spiccate proprietà antiossidanti.  Avvertenze: in soggetti ipersensibili possono talvolta comparire irritazioni gastriche.

UTILIZZI ODIERNI PIÙ COMUNI DELL’
Usi erboristici: i preparati di virginiana sono utili nel trattamento delle infiammazioni e irritazioni locali della cute e delle mucose ed inoltre nelle emorroidi e nelle varici grazie alle loro benefiche proprietà a livello dei vasi sanguigni. Per le sue proprietà astringenti l’ viene inoltre impiegata come coadiuvante in caso di diarrea.
L’ ha la proprietà di proteggere le pareti vasali (venose principalmente) e di normalizzare le pareti arteriose, decongestionare l’apparato genitale femminile (utile nelle cisti ovariche). È di grande utilità nelle turbe della menopausa e nelle alterazioni del ciclo mestruale. Le tinture trovano mpiego nella cosmetica capillare e per frizioni nel trattamento del cuoio capelluto. Possiede anche delle attività antibiotiche non trascurabili nelle infezioni sia interne che esterne.
Usi tradizionali: nella medicina popolare i preparati di virginiana sono utilizzati nel trattamento delle irritazioni della bocca e della gola, infiammazioni oculari, punture d’insetto, piccole ustioni ed altre irritazioni della pelle. La pianta viene generalmente impiegata in forma di decotto, impiastro o unguento.

I NOSTRI PRODOTTI CON L’
Decotto di Amamelide (Hamamelis)
Infuso di Amamelide (Hamamelis)
Tisana di Amamelide (Hamamelis)

Tags: , , , , , , , ,

Da leggere:

Nessun commento

Non c’è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Al momento l’inserimento di commenti non è consentito.