nav-left cat-right
cat-right

L’angelica, purifica il sangue, utile nelle inappetenze e debolezze digestive

L’, o archangelica, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Umbrelliferae originaria di Europa settentrionale ed Asia che fiorisce in tarda estate. È sicuramente una delle piante officinali più conosciute e più ricche di storia e curiosità.

Nei tempi passati questa pianta era apprezzata soprattutto per le sue proprietà salutari, tanto da meritare il nome di o erba degli angeli. La leggenda narra che l’arcangelo Raffaele apparse nei sogni di un uomo che viveva in un paese flagellato dalla peste rivelando il potere della pianta. La popolazione seguì i consigli dell’arcangelo e riuscì, in tal modo, a sconfiggere la malattia.

L’ ( archangelica) era largamente utilizzata per curare le malattie infettive, purificare il sangue e, in genere, era impiegata per guarire ogni tipo di disturbo. Importante da ricordarsi, l’ deve essere utilizzata sempre a basse dosi: mentre a piccole dosi la droga agisce come stimolante, ad alte dosi l’azione si inverte e si ha un effetto fortemente depressivo.

La pianta ha proprietà spasmolitiche, digestive, emmenagoghe ed azione tonica, utile nelle inappetenze e debolezze digestive. E´ anche un aromatizzante che entra in piccole quantità nelle formulazione di molti liquori digestivi. Viene impiegata più frequentemente in caso dispepsia da atonia gastrointestinale, iperacidità gastrica, meteorismo e flatulenza, anoressia e stati debilitanti da convalescenza.

Va usata con cautela in quanto dosaggi elevati possono danneggiare il sistema nervoso. Da non usarsi in caso di gravidanza. La radice è controindicata in casi di diabete perché tende ad aumentare il livello della glicemia nel sangue. L’ conosce un grande impiego nel settore dolciario e costituisce uno degli ingredienti più importanti di liquori e aperitivi.

I NOSTRI PRODOTTI CON L’
Decotto di Angelica
Infuso di Angelica
Tisana di Angelica
Tisana Pre-Mestruale

Tags: , , , , , , , , , ,

Da leggere:

Nessun commento

Non c’è ancora nessun commento.

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URL

Al momento l’inserimento di commenti non è consentito.